0 In Blogging/ Internet

Perché Essere Costanti Sul Blog

Salve a tutti e bentornati in questo mio piccolo angolo di web!

Oggi torniamo a parlare di blogging e compagnia con un argomento gettonatissimo sui social ma poco raccontato sui blog: la costanza. Si parla sempre di quanto sia importante essere costanti sui social se si ha una pagina ma molto raramente di quanto sia importante per i blog e soprattutto di quanto dia risultati differenti rispetto ai social network. Ecco, quindi l’argomento di questo post: perché dovremmo essere costanti sul nostro blog.

Una Piccola Intruduzione

Come dicevo si parla spessissimo della costanza sui social ma molto poco di quella sui blog. Sarà che i blog sembrano un po’ passati in secondo piano (non è così e non sarà mai così, il perché lo spiego in questo video) sarà che che si tende a pensare che i blog e i social si comportino più o meno nello stesso modo ma la costanza è un argomento di cui raramente si parla in termini di blog. Eppure è proprio la costanza ad essere la chiave di un blog, unita ovviamente alla qualità dei contenuti.

La Mia Esperienza

Ho aperto il primo blog nel 2019 e nel corso del tempo ho postato sempre a ritmi diversi. All’inizio un post a settimana, poi due, poi cinque, successivamente quattro e attualmente tre a settimana. Tutto questo è accaduto su periodi di parecchi mesi e ormai è dall’estate del 2021 che sono passata a tre post a settimana. Nel corso di questo periodo ho ottenuto risultati diversi ovviamente ma è stato nell’ultimo periodo (dall’estate del 2021) che ho cominciato a guardare i risultati e mi sono resa conto che effettivamente questa costanza mi aveva giovato sotto molti aspetti. Ma prima di parlare di questo è bene fare un piccolo discorso su cosa voglia dire essere costante su un blog.

Cos’è La Costanza?

Tralasciando il fatto che è un discorso lunghissimo che magari approfondirò in un post a parte o in un video essere costanti sul proprio blog non vuol dire strafare. Spesso si pensa che essere costanti voglia dire pubblicare tutti i giorni ma in realtà la costanza deve prima di tutto essere sostenibile altrimenti finirà per diventare incostanza o peggio per sopraffarvi. La prima cosa che dovete chiedervi quindi è: quanto posso postare? Quanti post posso effettivamente scrivere nel tempo che ho a disposizione? Ripeto non è necessario postare tutti i giorni, può andare benissimo anche una volta alla settima: il ritmo giusto è quello che potete sostenere.

Che Succede Se Devo Cambiare Rtimo?

Niente. Si, avete letto bene, praticamente niente. Cambiare ritmo ogni tot di tempo è normale anche perché cambiano le nostre abitudini e priorità. Può capitare che per parecchio tempo abbiamo avuto tanto tempo da dedicare al blog ma che ad un certo punto quel ritmo non sia più sostenibile. A me è successo più volte. Durante il primo lockdown per esempio postavo dal Lunedì al Venerdì, adesso non riuscirei più a sostenere quel ritmo e infatti alla fine ho dovuto calare. Questo però non mi ha penalizzata tanto, il lavoro fatto prima prima è rimasto. Non si è disperso nel vento come capita con i social (chi gestisce una pagina Istagram sa di cosa parlo).

E Adesso Arriviamo Al Punto: Perché Dovremmo Essere Costanti Sul Blog?

Costruiamo Una Base Solida

Essere costanti sul proprio blog, esserci, è indispensabile per farsi ricordare dalle persone. Su Internet siamo tantissimi ed esserci fa la differenza anche sui blog. Inoltre essere costanti (anche solo scrivendo un post a settimana) permette di creare in un tempo medio un piccolo bagaglio di contenuti che una volta indicizzati bene finiscono sui motori di ricerca e fanno arrivare da noi nuovi lettori. E poi una base solida non vuol dire solo più possibilità di essere trovati, ma anche più materiale da esplorare per i lettori e quindi più probabilità che rimangano a leggere ancora un po’… e che tornino.

Se una persona apre il vostro blog e lo trova interessante ma ci sono solo un paio di post e scritti a tantissimo tempo di distanza l’uno dall’altro questa persona leggerà quello che c’è e basta. Se invece trova un po’ di post interessanti scritti con una cadenza precisa non solo potrà leggere di più ma sarà più propenso a tornare perché ha capito che nella maggior parte dei casi tra qualche giorno ci sarà qualche nuovo ed interessantissimo post.

Veniamo Ripagati Dopo… Anche Se State Assenti

La costanza non dà risultati immediati ma andando avanti arrivano tante soddisfazioni e la cosa più bella è che accade anche quando magari non siete riusciti a postare. Parliamoci chiaro essere presenti al 100% è praticamente impossibile, capiterà quella giornata/settimana in cui proprio non riuscite a postare ma il lavoro che avrete fatto prima non andrà perso. Mentre sui social se sgarri una volta poi rimediare può essere un problema sul blog questo non succede. Può esserci una piccolissima penalizzazione ma così piccola che quasi non si sente.

A me nel corso del 2021 è capitato spesso: ci sono stati giorni in cui ho postato in ritardo, qualche volta ho saltato, altre volte ho postato retrodatato eppure non ho mai avuto penalità, al contrario: a volte pur non postando ecco la sorpresa che erano arrivati più lettori. La stessa cosa è successa per il Natale. Ero così stanca che ho smesso di postare parecchi giorni prima del 24 Dicembre e non ho più messo una riga fino al 31. Nonostante questo le visite sono rimaste costanti e i lettori hanno continuato a trovarmi comunque. E’ stata una bella soddisfazione perché ho capito che la mia fatica non era stata vanificata e mi sono goduta le feste senza preoccupazioni. Molto diverso dai social secondo me.

In Sostanza

La costanza su un blog fa gran parte del lavoro. E’ ovvio ci vogliono i contenuti di qualità (quelli sempre) ma è anche vero che esserci sempre o comunque in modo costante fa la differenza.

Come Fare Ad Essere Costanti?

Il mio consiglio è quello di fare un piccolo piano editoriale. Anche se avete intenzione di postare una sola volta a settimana avere chiaro che argomento volete portare quel giorno vi aiuterà a non ridurvi all’ultimo minuto. A seconda di quanto posterete potrete decidere se farlo mensile o settimanale (io adesso sto provando quello mensile perché quello settimanale non fa per me). In oltre vi consiglio di avvisare nel caso il blog restasse inattivo per lungo tempo così che le persone sappiano che non avete abbandonato il vostro spazio sul web ma che è solo una pausa temporanea.

PS: Spesso sento dare come consiglio quello di postare un po’ prima di far partire il blog. Personalmente lo trovo un consiglio molto utile. Partire con un blog un po’ “farcito” è un’ottima soluzione! Le persone che vi troveranno avranno subito un po’ di post per esplorare il blog e se li indicizzate bene partirete con un blog con una buona SEO fin dall’inizio. Nel caso non riusciste a fare così però non preoccupatevi: ogni blog ha il suo percorso e ogni percorso è lecito. Potete anche costruirlo piano piano, post dopo post (anche io ho fatto così visto che avevo poche idee su cosa avrei portato).

Bene, anche questo post è finito e io sono curiosissima di sapere cosa ne pensate voi! Avete già un blog? Siete costanti? Io nel 2021 sono riuscita abbastanza sul blog, quest’anno spero di esserlo di più anche con la pagina Instagram e il canale YouTube! Comunque fatemi sapere tutto nei commenti! Come sempre vi ringrazio per il tempo che avete dedicato alle mie parole!

Al prossimo post!

Se il post ti è piaciuto non dimenticare di condividerlo! È un piccolo gesto che può aiutarmi molto!

Nessun Commento

Lascia un Commento