Crea sito
0 In Collaborazioni/ Recensione Libri Autori Emergenti/ Recensioni Libri

L’Arrivo Dei Fantasmi – Recensione Libro

Recensione Libro – L’Invasione Del Paese Già A Soqquadro: L’Arrivo Dei Fantasmi
Autrice: Gioia Colli
Genere: Nosense/Nuovo Genere
Anno: 2020

Salve a tutti e bentornati in questo mio piccolo angolo di web!

Oggi sono molto felice di potervi parlare del fantastico libro L’Arrivo Dei Fantasmi di Gioia Colli, una scrittrice super promettente che ha portato nella letteratura italiana una ventata di novità. Da molto tempo, infatti, aspettavo qualcosa che uscisse dai soliti generi ma spesso anche le opere più promettenti mi deludevano. In questo caso, invece, mi sono trovata davanti a qualcosa di assolutamente innovativo e, anche se all’inizio non è stato facilissimo, mi sono presto appassionata a questa bizzarra avventura.

Camena è una ragazza studiosa e impacciata che sta per laurearsi ma la sera prima dell’ultimo colloquio il nostro mondo (si, perchè quello descritto è il nostro mondo, la nostra Italia con tanto di pregi e difetti) viene invaso dai personaggi del suo cartone animato preferito i cui protagonisti sono dei ‘fantasmi’. Questa banda di bizzarre creature guidate da Lord Travius – un re cattivo ma non troppo – decide, di approfittare della situazione per conquistare il nostro pianeta. Camena, entusiasta per aver conosciuto i personaggi del suo cartone preferito, si rende conto di essere l’unica persona che riesce a capire il linguaggio di questi bizzarri esseri e che, grazie alla conoscenza del cartone stesso, potrebbe aggirare i piani di Lord Travius. Comincia così una spassosissima avventura dove l’allegria e la risata regnano sovrani nonostante i vari disastri.

Anche se si tratta di un genere completamente nuovo, L’Arrivo Dei Fantasmi conquista il lettore dopo poche pagine grazie allo stile dell’autrice che fa dell’ironia e dell’irriverenza il suo maggior punto di forza. La particolarissima storia, che inizia in modo frammentato per andare a ricomporsi, è infatti condita da un umorismo fuori dal comune caratterizzato da battute pungenti che ben si inseriscono in situazioni assurde e impensabili. Un umorismo unico che contribuisce anche a caratterizzare i protagonisti e soprattutto l’esplosiva Camena che, forte della sua conoscenza del cartone, di una logica impeccabile e di una personalità lievemente nevrotica, cerca di tenere sotto controllo la situazione per evitare una battaglia contro delle creature pressoché immortali. Tra tutti questi esseri, sicuramente, il più caratterizzato – e anche il più simpatico – è sicuramente Lord Travius, il cattivo da cartone animato che fa paura (ma neanche tanto) che viene preso sul serio (ma non troppo) al quale puntualmente va sempre tutto storto. Il potentissimo sovrano dovrà infatti fare i conti con Camena che è scaltra, poco controllabile e sa sempre come ribaltare la situazione a suo favore, lasciando nel lettore la sensazione che, in fondo, sia un po’ lei a controllare e a dirigere la vicenda.

Ciò che però veramente stupisce, e in un primo momento lascia perplesso chi legge, è l’ambientazione. La storia, infatti si svolge in Italia, la nostra Italia – quella che vediamo tutti i giorni quando usciamo di casa – facendo riferimento alle vere problematiche del nostro paese senza girarci intorno. Una scelta nuova sotto ogni punto di vista, che sè all’estero è molto frequente, in Italia non era mai stata utilizzata o perlomeno non in modo così esplicito e leggero. Da questa prospettiva bisogna dire che si sentono molto le influenze della letteratura estera sia nella struttura del libro, sia nello stile dell’autrice e forse proprio per questa serie di influenze (e di scelte) potrebbe essere difficile, in un primo momento, affrontare questa lettura. La verità, infatti, ci viene descritta senza mezzi termini, senza metafore o giri di parole, ma è proprio questa schiettezza a rendere il libro così divertente, a dargli quella dimensione di assurdo e nosense che ci ricorda piano piano che non è la storia raccontata ad essere strana ma il nostro mondo che possiamo vedere sotto due punti di vista: quello deprimente che ci rende tristi o quello divertente che ci fa affrontare la vita con positività e speranza.

Ed è proprio questo il messaggio di fondo de L’Arrivo Dei Fantasmi. L’autrice non vuole deprimere il lettore e anche i riferimenti politici (se così si possono definire, perdonatemi non trovavo un termine migliore😅🤦🏼‍♀️) sono presentati con allegria, con quella giusta dose di nosense che caratterizza tutta l’opera. Il risultato è un’avvenura eletrizzante che forse si, vuole anche muovere qualche critica, ma soprattutto si interroga su cosa succederebbe se un cartone si fondesse con la realtà, su come l’umanità (che spesso non dimostra grande loquacità internazionale😅) potrebbe reagire di fronte a qualcosa che è oggettivamente più grande di lei perchè segue altre leggi e ha altri modi pensare. Sicuramente un racconto fuori dall’ordinario, che porta delle novità nell’editoria del nostro paese e che si presenta come un fantastico inizio per una saga che sicuramente ci riserverà grandi e – soprattutto – assurde soprese, come ogni cartone animato che si rispetti!

Bene, la recensione è finita e io sono curiosissima di sapere cosa ne pensate voi! Leggerete L’Arrivo Dei Fantasmi anche se esce un po’ dalla confort zone di tutti noi? Vi ho incuriositi? Se volete saperne di più vi coniglio di contattare Gioia Colli su Instagram e Facebook e di visitare il suo sito web! Il suo libro, per ora solo in versione Kindle, lo trovate qui! Come sempre vi ringrazio per il tempo che avete dedicato alle mie parole e ringrazio Gioia Colli per essersi fidata di me!

Al prossimo post!

Se il post ti è piaciuto non dimenticare di condividerlo! È un piccolo gesto che può aiutarmi molto!

Nessun Commento

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.