Crea sito
0 In Collaborazioni/ Recensione Libri Autori Emergenti/ Recensioni Libri

Ombre Sulla Comunanza – Recensione Libro

Recensione Libro: Ombre Sulla Comunanza
Autrice: Gioia Colli
Genere: Nonsense/Nuovo Genere
Anno: 2020

Salve a tutti e bentornati in questo mio piccolo angolo di web!

Oggi è con grande piacere che vi parlo di Ombre Sulla Comunanza, il bellissimo seguito de L’Arrivo Dei Fantasmi di Gioia Colli. Non vi nascondo che aspettavo con una certa impazienza questo secondo libro della saga. Le mie aspettative erano altissime ma sono state superate infatti il libro era così bello che per un intera giornata non ho potuto staccarmi dall’e-rider… ed entro quella giornata lo avevo già finito.

La nostra storia riprende da dove l’avevamo lasciata. Camena è ancora ‘prigioniera’ di Lord Travius che sta cercando di conquistare il mondo e di farsi prendere sul serio dal governo italiano che non lo calcola neppure di striscio. Nel frattempo scopriamo che i veri ‘villain’, della storia non sono i fantasmi ma la comunanza, un ente che sta di fatto governando il mondo e, diciamolo, non è che si stia rivelando proprio all’altezza del compito. Camena si ritrova a fare quindi i conti con loro, con un Lord Travius decisamente sclerato (e diamogli torto… ha cercato di conquistare il mondo e nessuno lo ha preso sul serio) e con una lunghissima serie di segreti che saranno determinanti nei prossimi romanzi.

Se il primo romanzo era già bellissimo Ombre Sulla Comunanza lo ha superato. La scorrevolezza della storia è indescrivibile, le descrizioni evocano in magnificamente le situazioni e i personaggi sono a dir poco perfetti. Sotto questo punto di vista abbiamo l’occasione di conoscere meglio Camena, la protagonista, che rivela un carattere determinato, ironico e molto forte. Per quanto sia ‘prigiorniera’ di Lord Travius, infatti, si ha sempre l’impressione che sia lei a guidare il temibile conquistatore e che riesca in qualche modo a tenerlo a freno, almeno per ora.

Dal canto suo Lord Travius è sicuramente il personaggio più carismatico della vicenda e in questo capitolo rivela anche il suo lato più fragile, la sua indole insicura e… le sue ottime idee. Ebbene si, Lord Travius non ha delle pessime idee in fatto di governo e probabilmente nel suo mondo era anche un buon sovrano. Sicuramente è migliore della Comunanza che pur presentandosi meglio nasconde parecchia ipocrisia. Non bisogna però pensare che Lord Travius sia un conquistatore qualunque. E’ il cattivo di un cartone animato e l’autrice fa in modo che non si perda mai la sua indole cartonesca. Lord Travius non deve essere temibile fino in fondo, ma deve anche e soprattutto essere divertente e spassoso visto che non ha solo il compito di mostrare il marcio della Comunanza ma anche quella di battibeccare in continuazione con Camena.

Questo perché i due sono in realtà coo-protagonisti costretti dalle circostanze a collaborare ma le loro idee sono diverse. Ovvero, probabilmente non sono nemmeno tanto diverse ma le modalità per realizzarle di certo lo sono e così i due battibeccano, si scambiano battute acide fino a quando il lettore comprende che tra i due c’è molta alchimia. Può essere il preludio di qualcosa di più? E’ molto probabile e lo dimostrano alcune scene, in particolare quella del ballo.

I nostri protagonisti, però, non dovranno soltanto imparare a collaborare ma anche froteggiare la Comunanza e… la politica. Si, c’è molta politica in questo libro ma non dovete prenderla troppo sul serio inanzitutto perchè cartonizzata e poi perché super partes. Del resto la particolarità di questo libro è quella di aver dato delle motivazioni a tutti i personaggi, compresi quelli ‘cattivi’. Il mondo di Gioia Colli diventa quindi un terreno realistico dove tutti commettono errori – anche i protagonisti – e questo contribuisce a dare quel senso di veridicità che non deve mai mancare in un romanzo.

Un’altra cosa che salta fin da subito all’occhio, oltre la politica decisamente ben inserita, è il fatto che l’Italia che ci viene raccontata non sia esattamente uguale alla nostra. Certo, la ricorda molto ma è comunque un mondo reinventato (egregiamente). Lo specifico perché nel libro precedente avevo pensato che fosse proprio la nostra realtà… ho preso una cantonata, scusatemi.

Come ultima cosa non posso tralasciare la questione che riguarda i cartoni animati perché questo libro non solo parla di un mondo reale che viene invaso dai personaggi di un cartone animato ma sembra davvero un cartone animato. La storia sarebbe perfetta per un cartone, in quanto è facile immaginarla, i personaggi sono caratterizzati al massimo e il libro mantiene il perfetto equilibrio tra momenti seri e scene spassose. Una cosa possibile grazie allo schietto umorismo dell’autrice che descrive le scene divertenti rendendole spassose senza cadere nel ridicolo.

In pratica un libro (e una serie) che mi sento davvero di consigliare a chiunque voglia leggere qualcosa di innovativo, nuovo e ben scritto. Un’avventura a cui non manca davvero nulla e della quale spero di leggere presto il terzo capitolo!

Bene, io ho espresso la mia opinione ora sono curiosissima di sapere cosa ne pensate voi! Conoscevate Ombre Sulla Comunanza? Lo leggerete? Avete letto L’Arrivo Dei Fantasmi? Fatemelo sapere nei commenti. Come sempre vi ringrazio per il tempo che avete dedicato alle mie parole.

Al prossimo post!

Se il post ti è piaciuto non dimenticare di condividerlo! È un piccolo gesto che può aiutarmi molto!

Nessun Commento

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.