4 In Diario di viaggio di una blogger sentimentale

Pasqua E Gli Amici Al Ristorante: Sentimentalismo A Tutto Andare

pasqua

Salve a tutti e bentornati in questo mio piccolo angolo di web!

Il giorno di Pasqua è successa una cosa che non ho voluto raccontare nel post dedicato perché volevo dargli un piccolo spazietto tutto suo. Non è stato niente di che, in realtà, solo uno dei miei soliti viaggi sentimentali che compio quasi quotidianamente avvenuto, tra l’altro, in una decina di minuti.

Tutto è successo per caso.

Ci avevano assegnato il tavolo e mia cugina ed io, affamate, ci siamo sedute prima di tutti gli altri. Essendo a capotavola avevo una visione completa di tutto il ristorante e così non ho potuto fare a meno di notare il piccolo tavolo davanti al nostro, lievemente spostato a destra. C’erano tre persone sedute, la luce delle finestra li illuminava perfettamente e gli dava un’aura di soave serenità che solo un grande artista saprebbe replicare. Il sole sembrava innamorato di quelle tre persone e della loro armonia malinconica esattamente come lo ero io.

Con il fatto che mia cugina si è assentata un attimo per andare nuovamente a lavarsi le mani ho avuto un buon cinque minuti per osservarli in modo discreto, ben attenta a non mettere in imbarazzo nessuno. Erano tre persone sulla sessantina/settantina (non saprei dire con certezza l’età) e si trattava di due uomini e una donna. Il più anziano era seduto al centro, vestito con un elegante completo grigio probabilmente dal taglio un po’ retrò. Aveva i capelli bianchi e un’aria calma ma felice. Dei tre età sicuramente l’anima del tavolo, me ne resi conto mentre lo osservavo versare il vino e pronunciare un primo brindisi che ora non ricordo. Alla sua sinistra era seduto l’amico, abbigliato in modo più casual con un paio di pantaloni grigi eleganti, una camicia bianca e un gilet bordeaux un po’ liso dal tempo e leggermente ingiallito nella parte bianca del colletto e delle maniche. Sembrava più timido ma di compagnia e accetto di buon grado il vino versato dall’amico. Alla sua destra c’era invece l’unica donna seduta al tavolo abbigliata con abiti da tutti i giorni aveva un viso dolce e rideva mentre chiacchierava con gli altri due.

Proprio mentre li osservavo l’uomo al centro disse che avrebbero passato una Pasqua serena ignari di quanta serenità stessero trasmettendo a me. Credo che questo trio sia stata una delle cose più belle che mi sia capitato di vedere negli ultimi anni. Scene così emozionanti, così cariche di bellezza dell’anima sono talmente rare che che quasi mi sono commossa nell’aver ricevuto come dono per il giorno di Pasqua un’esperienza tanto bella aggiunta alla splendida compagnia del nostro tavolo. Sono istanti come questi che mi rendono grata del mio sentimentalismo, momenti eterni e nello stesso tempo irripetibili che scaldano il cuore ti ricordano che si, dopotutto, il mondo è bello.

Dopo il ritorno dia mia cugina (con cui non ho fatto parola delle mie osservazioni) e l’arrivo degli altri al tavolo il mio viaggetto Sentimentale è giunto al termine ma durante il pranzo, mentre tutti erano distretti, ho continuato ogni tanto a lanciare qualche piccola occhiata verso il loro tavolo e a cercare di captare qualche stralcio di conversazione. Il sole continuava ad illuminarli e a farli sembrare un quadro in movimento e io ero sempre più grata di poter godere di uno spettacolo di cui nessuno stava accorgendo.

E con questo termina qui questo nuovo post super sentimentale. Fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate e se vi è mai accaduto qualcosa del genere nel corso della vostra vita! Come sempre vi ringrazio per il tempo che avete dedicato alle mie parole!

Al prossimo post!

Se il post ti è piaciuto lascia un commento (ci tengo, lo ammetto) e condividilo! Sono piccoli gesti che possono può aiutarmi molto!

Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Lyra
11 mesi fa

Ma che emozione e tenerezza, devi avere proprio una sensibilità speciale per poter cogliere e trasmettere tutto questo! Grazie!

Libripervivere
10 mesi fa

Che bel racconto! È incredibile come momenti così quotidiani riescano a trasmettere tanta serenità… A me capita di trovare serenità in cose del tutto normali e quasi banali, o comunque per nulla significative agli occhi esterni, ma di solito la protagonista sono io.

Hai bisogno di un sito web per te o per la tua attività? Scopri cosa posso fare per te!
Hai bisogno di un sito web per te o per la tua attività? Scopri cosa posso fare per te!