0 In Recensione Film Drammatico/ Recensioni Film

Madame X – Recensione Film

Recensione Film: Madame X
Regia: David Lowell Rich
Interpreti: Lana Turner, John Forsythe, Ricardo Montalbán, Constance Bennett, Burgess Meredith, Keir Dullea, Warren Stevens, John Van Dreelen, Frank Maxwell, Virginia Grey, Teddy Quinn
Genere: Drammatico
Anno: 1966

Salve a tutti e bentornati in questo mio piccolo angolo di web!

Oggi è San Valentino! ❤️

Nonostante io non sia una grande fan di questa giornata ho deciso di proporre una pellicola che avesse come tema principale l’amore. Colgo anche l’occasione per parlare di uno dei film a cui sono più affezionata. Una pellicola di cui ho dei bellissimi ricordi e che, nonostante le numerose visioni, riesce sempre a commuovermi. Una storia straziante, profondamente ingiusta, che si configura come la rappresentazione di un esistenza distrutta.

La nostra avventura comincia con Holly Parker, moglie di Clayton Anderson, miliardario sempre via per lavoro. Holly conduce una vita tranquilla con suo figlio e sua suocera, Estella, sempre molto dolce e gentile. È proprio l’anziana signora a dirle che non ci sarebbe nulla di male se ogni tanto uscisse un po’. Holly accetta e comincia un flirt con Phil, amico di famiglia degli Anderson. Quando però Clayton torna a casa Holly decide, però, di troncare la relazione extraconiugale. Phil, cerca di trattenerla e nella colluttazione precipita dalle scale morendo.

Holly corre a chiedere aiuto alla suocera che le rivela di poterla incastrare per omicidio. La donna dice che affronterà il processo, ma Estella le fa credere che lo scandalo travolgerebbe Clayton e il bambino e la convince a simulare la sua morte. Holly, distrutta, abbandona per sempre suo figlio e suo marito. Comincia così il suo vagabondaggio per il mondo che si concluderà con la sua distruzione fisica e psicologica.

Incalzante, appassionante, assolutamente struggente, Madame X è un dramma sotto ogni punto di vista. Imprigionata tra una suocera che non la ritiene all’altezza e un destino imprevedibile, la protagonista affronta un percorso di rovina e decadenza di cui lo spettatore segue ogni tappa, ogni risvolto psicologico. Costretta a vivere nell’ombra, costantemente fuggiasca, Holly non riuscirà mai a vedere veramente la speranza di una nuova vita, nemmeno quando troverà un uomo innamorato. Inseguita dai suoi ricordi diventerà un’alcolizzata che e vivrà in una camera in affitto dove spererà di poter dimenticare e morire. Tuttavia, il destino ha altri piani e la porta verso un finale che vuole, a suo modo, rendere giustizia alla sua triste esistenza.

La nostra protagonista, però, non ha soltanto il compito di spezzare il cuore dello spettatore, ma anche quello di mettere in risalto la cattiveria e l’opportunismo di persone come Estella (che la considera un essere inferiore) e Dan Salliman (che vuole arricchirsi a sue spese).

Nonostante le difficoltà la protagonista non permetterà mai a nessuno di scoprire la sua identità, convinta che questo scandalo potrebbe rovinare suo marito e suo figlio. Per questo motivo Madame X è soprattutto una storia d’amore, inteso come amore romantico e affetto materno. L’infelice racconto di un sentimento sincero che non si piega nemmeno davanti alle sofferenze interiori, capace di portare Holly a fare gesti che mai avrebbe pensato di poter compiere. Sarà proprio questo potente sentimento a consentire – e probabilmente anche a costringere – la nostra protagonista a mantenere il suo terribile segreto fino alla fine, in un estremo tentativo di non sconvolgere vita la delle persone che più ama.

Un dramma ben congegnato che non si lascia andare a momenti di patetismo e ci mostra semplicemente le cose come stanno. Una storia struggente, incalzante, poetica eppure schietta che mette in scena il degrado di una vita che avrebbe potuto essere felice se solo le cose fossero andate in modo diverso, se Holly avesse saputo tener testa ad Estella, se, se, se….

Commovente, drammatica, triste, questa pellicola lascerà nello spettatore la sensazione che forse Holly avrebbe potuto agire in modo diverso, ma che comunque, a modo suo, ha sempre cercato di proteggere coloro che amava.

Ok, io ho espresso la mia opinione, ora aspetto la vostra! Fatemi sapere cosa ne pensate di Madame X, se lo avevate già visto, se vi è piaciuto oppure no… Nel frattempo colgo l’occasione per ringraziarvi del tempo che avete dedicato alle mie parole! 🙂

Al prossimo post!

Se il post ti è piaciuto non dimenticare di condividerlo! È un piccolo gesto che può aiutarmi molto!

Nessun Commento

Lascia un Commento

© 2020 - 2021 Da Un Universo All'Altro. Tutti I Diritti Riservati. I contenuti presenti sul blog daununiversoallaltro.it - dei quali è autrice la proprietaria del blog - non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autrice stessa. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autrice.