Crea sito
0 In Recensione Film Noir/ Recensioni Film

Rebecca – La Prima Moglie – Recensione Film

Recensione Film: Rebecca – La Prima Moglie
Regia: Alfred Hitchcock
Interpreti: Laurence Olivier, Joan Fontaine, George Sanders, Judith Anderson, Gladys Cooper, Nigel Bruce, Reginald Denny, C. Aubrey Smith, Melville Cooper, Florence Bates, Leonard Care, Leo G. Carroll, Edward Fieldin
Genere: Thriller
Anno: 1940

Salve a tutti e bentornati in questo mio piccolo angolo di web!

Vi piacciono i thriller, i gialli, le storie d’amore intorno alle quali aleggia un alone di mistero? Allora Rebecca – La Prima Moglie è quello che fa per voi! Una storia ricca di suspence che con la sua impostazione fuori dagli schemi si diverte a ingannare lo spettatore, portandolo sempre più lontano dalla verità.

La nostra storia comincia a Montecarlo con una giovane donna (di cui non sapremo mai il nome) che lavora come dama di compagnia da una ricca signora. La ragazza conosce Maxime The Winter, un uomo che dopo un primo approccio antipatico la invita a fare una passeggiata. Da questo momento i due cominciano a frequentarsi e Maxime le chiede di sposarlo. Lei accetta e così entrambi coronano il loro sogno d’amore vivendo giorni felici e spensierati fino al loro arrivo a Menderlay, la grande casa di Maxime. Semplice, dolce, timida e insicura, la nostra protagonista è costantemente a disagio nella grande nuova dimora affollata dai domestici e si sente sempre paragonata a Rebecca, prima moglie di Maxime morta durante un incidente in barca. Lei non sa, però, che dietro questa tragedia si nasconde una cosa che Maxime non vuole ricordare che non gli permette di vivere appieno la sua vita.

Dall’intreccio insospettabile Rebecca -La Prima Moglie rappresenta i personaggi senza che diventino un cliché narrativo. Maxime si rivela una persona espansiva, dolce, divertente. Molto innamorato vede in sua moglie delle qualità di cui lei non si accorge e dimostra fin dall’inizio di amarla per quello che è. Ed è proprio la nuova signora The Winter ad essere la protagonista della vicenda. Spaesata, intimorita, facilmente impressionabile si sente schiacciata dall’immagine di Rebecca, descritta come bellissima, divertente e piena di qualità che lei pensa di non avere. Proprio per il modo di fare dolce gentile diventa, invece, simpatica ai membri della famiglia di Maxime, che apprezzano il suo buon cuore e la sua semplicità. La sua apparente fragilità non deve però trarre in inganno. La signora The Winter è pronta a lottare per aiutare l’uomo che ama, anche se è convinta di non poter reggere il confronto con la prima moglie.

Ed è proprio Rebecca il lato inquietante della vicenda. Nonostante non appaia mai, nonostante la si conosca solo attraverso i racconti di altri, si ha l’impressione che sia sempre presente. Il suo ricordo inquietante si respira in tutta la casa: ogni oggetto, ogni stanza sembra intrisa di lei. In un certo senso è come se la sua essenza non se ne fosse mai andata e questa sensazione angosciosa viene amplificata dal personaggio della governante, la signora Danvers, che aveva per Rebecca un’ammirazione ossessiva e non accetta la nuova signora The Winter ritenendola al di sotto della sua prediletta. Spietata, angosciante, priva di empatia, non si risparmierà nel terrorizzare e umiliare quella che considera una specie di usurpatrice, ma sarà determinante nelle indagini che sveleranno il mistero che avvolge Maxime e la sua prima moglie.

Un film brillante dal punto di vista dell’intreccio, che crea un inquietudine palpabile e si diverte a cambiare continuamente le carte in tavola. Una trovata che rende la storia interessante dove i colpi di scena sono sempre in agguato, in modo da non far affievolire l’attenzione di chi guarda. Una storia incredibile, che spesso prende pieghe inattese e intelligenti al fine di rendere al meglio la situazione di precarietà, imprevedibilità e pericolo in cui si trova la giovane protagonista.

Ok, io ho espresso la mia opinione ora aspetto la vostra! Conoscevate questo Rebecca – La Prima Moglie? Vi piace questo genere cinematografico? Sono curiosissima di saperlo e, nel frattempo, vi ringrazio per il tempo che avete dedicato alle mie parole!

Alla prossimo post!

Se il post ti è piaciuto non dimenticare di condividerlo! È un piccolo gesto che può aiutarmi molto!

Nessun Commento

Lascia un Commento

© 2020 - 2021 Da Un Universo All'Altro. Tutti I Diritti Riservati. I contenuti presenti sul blog daununiversoallaltro.it - dei quali è autrice la proprietaria del blog - non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autrice stessa. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autrice.