2 In Recensione Film Commedia/ Recensione Film Western/ Recensioni Film

McLintock! – Recensione Film

Recensione Film: McLintock!
Regia: Andrew V. McLaglen
Interpreti: John Wayne, Maureen O’Hara, Yvonne De Carlo, Patrick Wayne, Stefanie Powers, Jack Kruschen, Chill Wills, Jerry Van Dyke, Edgar Buchanan, Bruce Cabot, Perry Lopez, Michael Pate, Strother Martin, Gordon Jones, Robert Lowery, Edward Faulkner, H.W. Gim
Genere: Western, Commedia
Anno: 1963
Immagine Di Copertina Del Post: jimo663

Salve a tutti e bentornati in questo mio piccolo angolo di web!

Oggi nuova recensione di un film classico anni sessanta, uno di quelli che furono girati poco prima dell’abbandono ufficiale del production code. E si nota, credetemi! McLintock! è una pellicola divertentissima che sfida le convenzioni sociali (anche se non sempre in modo riuscito anche a causa del luogo e del momento storico in cui è ambientato) e fa di questa sua caratteristica il principale punto di forza. Una commedia frizzantissima e molto esilarante che dimostra ancora una volta come il genere western si adatti a qualsiasi storia!

Geroge Washington McLintock è il più importante proprietario terriero del Texas. Uomo giusto, rispettato e forse anche un po’ temuto è una di quelle persone che nessuno oserebbe contraddire. Nessuno, tranne sua moglie. Katherine è una donna forte, risoluta che vuole stare lontana dal Texas e preferisce viaggiare e stare in compagnia della migliore società. McLintock non la vede da due anni – anche a causa di un presunto tradimento da parte di lui – fino a quando la loro unica figlia termina le scuole e vuole tornare casa. A quel punto Katherine decide di fare ritorno nella cittadina e di rimanere fino a quando la figlia non ripartirà.

McLintock! è uno di quei film che da subito palesa il suo intento: quello di far ridere lo spettatore! Il centro dello sganasciamento sono sicuramente i coniugi McLintock, sempre sul piede di guerra. Katherine, infatti, fa di tutto per mettere il bastone tra le ruote al marito cercando mille escamotage per farlo esaurire. Lui, dal canto suo, è una persona pacata e sopporta tutto nella speranza che prima o poi la moglie gli dica come mai ce l’ha tanto con lui. Ma Katherine non vuole cedere, convintissima che il marito dovrebbe sapere il perché della sua partenza e del suo rancore.

Nonostante questo, però, l’alchimia tra i due è palpabile. Sono entrambi irascibili, testardi e rozzi (anche se Katherine non lo vuole ammettere e fa di tutto per mostrarsi una gran signora dell’alta società cittadina) e questo li porta a battibeccare in continuazione. Essendo simili non riescono mai ad arrivare ad un’accordo perché nessuno dei due vuole fare il primo passo ma nonostante questo non riescono a contrastare l’attrazione – anche carnale – che hanno l’una nei confronti dell’altro. Il divertimento, quindi, sta proprio nella loro relazione. Continuano a oscillare tra l’orgoglio e la voglia di tornare insieme senza mai concludere niente 😂.

Sotto questo punto di vista bisogna dire che Katherine è il personaggio migliore del film. Parliamo infatti di una donna che riesce a farsi rispettare in un mondo governato da uomini e oggettivamente un po’ retrogrado. Katherine non è la semplice ragazza del west che cucina e bada al marito e alla figlia, vuole di più per se stessa e per la sua bambina. La giovane Becky, infatti, ha studiato nelle migliori scuole e se lo vorrà avrà tutti gli strumenti per scegliere dove vivere (i genitori tra loro discutono spesso del futuro della figlia e sembra quasi che lei non abbia voce in capitolo ma nella realtà non faranno mai niente per obbligare Becky a fare qualcosa che non vuole. L’argomento “futuro figlia” lo usano solo ed esclusivamente per darsi fastidio tra loro e solo quando Becky non è presente).

Per quanto riguarda Katherine stessa, invece, il suo desiderio di far parte della società cittadina non è soltanto un’appagamento della sua vanità ma anche l’esigenza di far parte di un mondo che la rispetta e la tiene in considerazione. Ecco, entrando in argomento retrogradia può sembrare, in certi momenti che il film lo sia. Ed effettivamente lo è. Tuttavia il momento storico in cui è ambientato e il luogo sono quelli che sono ed evidentemente si è preferito mantenere un fondo di realismo. Realismo che, in gran parte, è stato anche sfruttato per situazioni comiche e per dimostrare quanto, alla fine, questi personaggi siano tutti ugualmente ridicoli.

Del resto, come dicevo McLintock! è un film che vuol far ridere. Non ha la pretesa di essere impegnativo o impegnato (ci sono un paio di momenti seri, ma finiscono per passare in secondo piano). Il suo obiettivo è quello di essere una commedia divertente per passare qualche ora facendosi quattro risate. E vi dirò, che in un periodo come questo in cui le brutte notizie fioccano questa pellicola è stata un vero toccasana. Non è una delle commedie più riuscite che abbia visto e probabilmente neppure la migliore della coppia Wayne-O’Hara ma è comunque piacevole. Certo, alcuni espedienti e alcune gag sono riprese da film precedenti e sanno un po’ di già visto ma fanno comunque ridere e quindi gliele perdono!

Nel complesso quindi mi sento di consigliare McLintock! a tutti coloro che cercano qualcosa di rilassante e nello stesso tempo non si sconvolgono per parti retrograde quando queste fanno parte del contesto storico in cui è ambientato il film. E ovviamente lo consiglio anche chi ama i western: gli ingredienti ci sono tutti, compresa qualche bella scazzottata! Unica pecca, almeno per me, è il fatto che non sia stata chiusa la storyline dei Comanche che, di fatto, rimane sospesa. Un vero peccato perché era molto interessante.

Bene, anche questa recensione è finita e io sono curiosissima di sapere cosa ne pensate voi! Avete visto McLtintock!? Lo vedrete? Fatemelo sapere nei commenti! Come sempre vi ringrazio per il tempo che avete dedicato alle mie parole!

Al prossimo post!

Se il post ti è piaciuto lascia un commento (ci tengo, lo ammetto) e condividilo! Sono piccoli gesti che possono può aiutarmi molto!

2 Commenti

  • Rispondi
    Silvia
    15 Agosto 2022 at 16:15

    Dalla tua recensione sembra davvero molto simpatico e divertente

    • Rispondi
      Enrica Masino
      15 Agosto 2022 at 23:39

      Si, è un film molto divertente. Non è il migliore di questa coppia esplosiva e alcune gag sono un po’ riciclate però fa il suo effetto e regala qualche ora di spensieratezza.❤️❤️❤️

    Lascia un Commento

    Hai bisogno di un sito web per te o per la tua attività? Scopri cosa posso fare per te!
    This is default text for notification bar