Crea sito
0 In Recensioni Film

Il Grinch – Recensione Film

Recensione Film: Il Grinch
Regia: Ron Howard
Interpreti: Jim Carrey, Josh Ryan Evans, Taylor Momsen, Bill Irwin, Christine Baranski, Landry Allbright, Jeffrey Tambor, Molly Shannon, Clint Howard, Mindy Sterling, Rachel Winfree,
Jeremy Howard, T.J. Thyne, Lacey Kohl
Genere: Film Natalizio
Anno: 2000

Salve a tutti e bentornati in questo mio piccolo angolo di web!

Il Natale si avvicina sempre di più e così eccomi tornata a parlare dei film che gli sono stati dedicati! Oggi ne ho scelto uno davvero spettacolare e divertente che ho conosciuto solo qualche anno fa. Una storia esilarante, decisamente insolita, che affronta temi importanti ma senza perdere la leggerezza che contraddistingue i film di questo periodo. Una vera e propria avventura di Natale che ci ricorda quale sia il vero spirito di questa festività.

La storia comincia nel paese di Chinonsòdove i Nonsochì si preparano a festeggiare il Natale. I preparativi consistono nell’addobbare la città e comprare i regali. I doni, infatti, sono per i Nonsochì il senso stesso del Natale. La città brulica di persone indaffarate negli acquisti e ogni Nonsochì attende l’arrivo del 25 Dicembre. Nonostante l’atmosfera di gioia una bambina, Cindy Chi Lou, si domanda cosa sia realmente il Natale. A causa di una serie di avvenimenti si imbatte nel Grinch, l’unico Nonsochì che lo odia. Dopo che quest’ultimo la salva dal nastro trasportatore in cui era rimasta intrappolata, Cindy Chi Lou comincia a cercare informazioni su di lui. Inizia così un’avventura che vede la bambina cercare di convincere il Grinch a partecipare alla festa di Natale e il protagonista alle prese con una serie di piani volti a rovinare la giornata a tutti quanti.

Divertentissimo, ricco di situazioni assurde, questo film affronta il tema della diversità. Con una serie di flashback lineari, infatti, viene delineata l’infanzia del protagonista: diverso da tutti il Grinch viene costantemente preso in giro dai suoi coetanei fino a quando, il giorno di Natale, le battute di scherno convergono in un’umiliazione. Arrabbiato decide di andare a vivere sulla montagna che funge da discarica e di non tornare mai più a Chinonsò.

Questo breve racconto spiega in modo efficace i sentimenti delle persone quando non si sentono accettate mostrando anche le conseguenze dei pregiudizi altrui. Pregiudizi che portano all’isolamento, alla scarsa autostima, ma a volte anche all’odio, come accade al Grinch che odia tutti i Nonsochì, dai quali non si è sentito amato, e il Natale, la festa che l’ha visto protagonista del suo triste episodio infantile. In questo modo il Grinch è solo, arrabbiato e passa le sue giornate a cercare di distruggere la felicità altrui per sopperire alla propria tristezza.

Tuttavia il Grinch è fondamentale per sviluppare anche il tema dell’ipocrisia e dello spreco. Alla festa, infatti, rivela una verità sconvolgente: la maggior parte dei regali finisce sulla montagna dove lui abita, quindi nella discarica. Una realtà che forse alcuni conoscevano ma della quale nessuno aveva mai osato parlare. In un clima di festa e allegria il Grinch alza la voce per cercare di capire il senso della festività rivelando la verità; se il senso del Natale sono i regali la cosa non funziona. I doni infatti sono troppi e poco pensati perché privi di significato. Il regalo dovrebbe essere un modo per mandare un messaggio di amore a chi lo riceve, soprattutto se si tratta di un regalo di Natale. Tuttavia i Nonsochì non riescono a capirlo e questo non sorprende: come possono capire il significato dei regali di Natale, se non comprendono nemmeno cosa sia il Natale?

Ed è qui che entra in gioco la piccola Cindy Chi Lou che prima di festeggiare il Natale vuole capirlo. Ciò che è divertente è che sarà proprio il Grinch, colui che odia la festività e non vuole nemmeno sentirne parlare, a cercare questa risposta insieme a lei e, alla fine a fornire a tutti i Nonsochì l’occasione perfetta per capire la semplice eppure complessa verità: il giorno di Natale è un momento per stare insieme, per far sentire alle persone amate che sono importanti nella nostra vita. Così anche il regalo finisce per diventare ciò che avrebbe sempre dovuto essere, ovvero un simbolo d’affetto per l’altra persona.

Divertente, assurdo, in certi momenti quasi delirante, Il Grinch è un film perfetto per Natale, profondo ma mai pesante, che ci regala protagonisti meravigliosi che seguono insieme il percorso per scoprire cosa sia il Natale, ma anche per comprendersi meglio e potersi poi accettare per come sono. Una fiaba schietta nella sua delicatezza che ricorda a tutti noi che ciò che veramente conta è l’amore che sappiamo dare agli altri.

Bene, io ho espresso la mia opinione, ora aspetto la vostra! Vi piace questo film? L’avevate già visto? A Natale preferite fare i regali oppure riceverli? Aspetto le vostre risposte e nel frattempo vi ringrazio per il tempo che avete dedicato alle mie parole.

Al prossimo post!

Se il post ti è piaciuto non dimenticare di condividerlo! È un piccolo gesto che può aiutarmi molto!

Nessun Commento

Lascia un Commento

© 2020 - 2021 Da Un Universo All'Altro. Tutti I Diritti Riservati. I contenuti presenti sul blog daununiversoallaltro.it - dei quali è autrice la proprietaria del blog - non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autrice stessa. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autrice.