Crea sito
0 In Recensione Film D'Animazione

Hotel Transylvania – Recensione Film

Recensione Film D’Animazione: Hotel Transylvania
Regia: Genndy Tartakovsky
Genere: Animazione
Anno: 2012

Salve a tutti e bentornati in questo mio piccolo angolo di web!

Halloween si sta avvicinando e così ho pensato di vedere film a tema fino al giorno della festività! Non sono una persona particolarmente amante degli horror e quindi ho preferito virare sui film d’animazione e rivedere Hotel Trasylvania. Ammetto di averlo sottovalutato è un ottimo film per questo periodo e spero di riuscire a vedere presto i seguiti.

Dracula è un conte gentile ed esigente che ha fatto costruire un hotel dedicato esclusivamente ai ‘mostri’. In questo luogo super lussuoso i ‘mostri’ possono finalmente stare tranquilli senza avere paura degli umani. Tutto questo lo ha fatto per la sua giovane figlia Mavis che ormai si appresta a compiere il suo centodiciottesimo compleanno. La ragazza è felice ma vorrebbe vedere il mondo fuori dall’hotel. Un giovane umano singolare e bizzarro sarà lì al momento giusto.

Hotel Transylvania ha tutto quello che un film d’animazione dovrebbe avere: perosnaggi perfetti, gioia, tristezza, commedia, un pizzico di romanticismo (ma non smielato) e una grafica che sia in grado di rendere al meglio la storia. E’ il film d’animazione perfetto, quello che scalda il cuore e nello stesso tempo riesce a delineare anche momenti profondi.

Per fare questo ovviamente si avvale di personaggi magnifici tra cui un meraviglioso e simpaticissimo Dracula. Il vampiro è fermo sulle sue posizioni ma quando commette uno sbaglio e in grado di riconoscerlo e senza cercare di giustificarsi si mette all’opera per rimediare. Se poi l’errore è ricaduto su Mavis, Dracula non ci pensa due volte a rischiare la vita per rimettere a posto le cose. Il suo affetto paterno per Mavis e il suo amore per Marta – la sua adorata moglie – è qualcosa di commovente e sdogana l’idea che i cartoni animati siano solo per bambini.

Se invece dobbiamo parlare di Mavis non possiamo non ammettere che è veramente un buon esempio al contrario di molti stereotipi che si vedono anche nei cartoni animati migliori. Carinissima ma non priva di ‘imperfezioni’ realistiche è una ragazza coscienziosa, un’adolescente che non vuole ribellarsi ma semplicemente far valere le sue ragioni per dimostrare che ormai sa cavarsela ed è in grado di fare le sue scelte. Ingenua ma non stupida è propensa a perdonare e alla fine comprende il padre che pur sbagliando aveva cercato di proteggerla.

Altro personaggio fantastico è John, il giovane umano appassionato di musica e viaggi che resta affascinato da Mavis. Il ragazzo è divertente, positivo e anche lui realistico. Sembra proprio che da questo cartone siano stati aboliti gli stereotipi e ci sono dei personaggi in cui ognuno di noi può facilmente rispecchiarsi.

Del resto , però, non poteva essere altrimenti visto che il film è incentrato proprio sulla diversità e sui pregiudizi. Questa volta però non c’è una ragione o un torto, entrambe le parti sbagliano l’una verso l’altra: gli umani condannano i ‘mostri’ perchè diversi mentre i mostri condannano tutta l’umanità senza pensare che i tempi sono cambiati e i forconi non li usa più nessuno. Certo, non è facile dopo secoli di pregiudizi uscire dalle mura dell’hotel e affrontare il mondo ma sicuramente è necessario e per certi versi anche inevitabile.

Tuttavia quello che veramente commuove del cartone è la triste storia di Dracula e della sua amata. Un trauma e un dolore che il conte non può e non potrà mai dimenticare ma che dovrà affrontare. Per quanto sia stato tremendo infatti Dacula deve andare avanti e non può permettere che il suo dolore diventi un freno per Mavis. E’ il famoso tema dei figli che devono poter scegliere la loro strada senza essere influenzati dai trascorsi dei genitori, qui affrontato in modo molto costruttivo.

Passando invece alle animazioni e alla grafica non si può che lodare questo cartone! La CGI del 2012 sorpassa anche quelle più moderne e fa in modo che il cartone possa mantenere la sua anima cartoonesca anche nei momenti più toccanti. Una cosa importantissima perchè un film d’animazione deve essere toccante ma non diventare un mattone pesantissimo. A questo proprosito sono importantissimi i bizzarri personaggi secondari che ne combinano sempre di tutti i colori e mettono a dura prova i nervi di Dracula. Alcuni di loro però sono grandi amici che non esitano ad aiutarlo nel momento del bisogno.

In conclusione Hotel Transylvania è un film d’animazione meraviglioso e diventa perfetto anche per chi ad Halloween non ama horror spaventosi ma vuole comunque restare in tema. Una storia toccante e commovente che vi scalderà il cuore con un finale assolutamente perfetto.

Bene, io ho espresso la mia opinione, ora aspetto la vostra! Cosa ne pensate di Hotel Transylvania? Vi è piaciuto? Fatemelo sapere nei commenti! Come sempre vi ringrazio per il tempo che avete dedicato alle mie parole.

Al prossimo post!

Se il post ti è piaciuto non dimenticare di condividerlo! È un piccolo gesto che può aiutarmi molto!

Nessun Commento

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.