0 In Recensione Romanzo Fantasy/ Recensioni Libri

Harry Potter E La Pietra Filosofale – Recensione Libro

Recensione Libro: Harry Potter E La Pietra Filosofale
Autrice: J. K. Rowling
Genere: Fantasy
Anno: 1997

Salve a tutti e bentornati in questo mio piccolo angolo di web!

Oggi vi porto una recensione particolare perché forse per la prima volta su questo blog parliamo di un libro di cui hanno parlato praticamente tutti. Alla veneranda età di ventitre anni ho cominciato la saga di Harry Potter, una serie di libri così chiacchierata che aveva finito per stancarmi. In realtà penso che non ci sia assolutamente bisogno di un’altra recensione sui libri di questa saga ma che volete farci? Devo dire la mia su ogni cosa! Eccoci qui quindi con un post che sarà in parte un unpopular opinion. Non me ne vogliano i fan della saga.

Harry Potter è un bambino sui dieci anni che per tutta la vita ha vissuto con gli zii materni. Questi ultimi però non l’hanno molto in simpatia e non fanno altro che trattarlo male, non considerarlo e usarlo sostanzialmente come Cenerentolo di casa. Suo cugino, poi, è un a piaga dolorosa nella sua vita! Un bambinetto insopportabile che fin dall’inizio suscita la più profonda antipatia. Ma tutto sta per cambiare perché Harry è ormai abbastanza grande per poter frequentare Hogwarts, la scuola di magia migliore al mondo.

Harry Potter E La Pietra Filosofale è il primo libro di una saga che vorrei continuare anche se non vi nascondo che questo primo capitolo non mi ha convinta del tutto. Il problema principale per me è stato lo stile che ho trovato troppo semplicistico e a tratti disarmonico. La storia è veloce, scattante ma per quanto mi riguarda un po’ troppo svelta sia nel delineare le vicende che nel dare profondità ai protagonisti.

La cosa che mi è spiaciuta di più infatti non è tanto il fatto che i personaggi siano basati su stereotipi ma tutte le opportunità in cui si sarebbe potuto dare loro tridimensionalità che invece sono andate sprecate. Dico sprecate perché non si può dire che la storia non ne abbia date parecchie. I momenti tristi e drammatici non mancano, la stessa vita di Harry non è stata una passeggiata, eppure a me è mancato quel pathos, quell’emozione vibrante che ti scuote dentro e che ti fa comprendere la forza emotiva dei momenti indispensabili per comprendere a fondo i personaggi ed empatizzare con loro.

Comprendo che, ovviamente, questo libro era indirizzato a un target piuttosto giovane ma non posso considerare questa una giustificazione. Anche La Meravigliosa Macchina Di Pietro Corvo e Stargirl, per esempio, sono libri rivolti a persone giovanissime ma l’introspezione psicologica è su un livello decisamente diverso. Perché lo dico? Perché penso che in questo primo romanzo si sarebbe potuto spingere un pochettino di più: non dico che avrei voluto il livello de La Città Dei Libri Sognanti (anche perché sarebbe stato troppo) ma protagonisti più emozionati ed emozionanti non li avrei certo schifati, ecco. Anche perché le premesse non mancavano di certo.

A livello emotivo quindi non l’ho trovato molto coinvolgente esattamente come l’ho trovato eccessivo in semplicità. Tuttavia non posso certo negare che ci sono anche alcune cose che mi sono piaciute e che mi spingono ad andare avanti con la saga. La prima è sicuramente il worldbuilding che è molto interessante e la seconda è il finale, forse una delle parti che è stata gestita meglio. Nella battaglia finale tra Harry e Voldemort ho finalmente visto la genialità della Rowling ed è stato lì che mi sono veramente convinta a continuare la saga. Perché quella battaglia è effettivamente geniale!

Altra parte che ho trovato gestita molto bene è quella più legata al mistero e al villain della vicenda. Il colpo di scena è eccezionale e Voldemort è veramente un villain che non fa solo scena ma mette veramente paura.

Nel complesso quindi Harry Potter E La Pietra Filosofale mi è piaciuto per metà. E’ stata una lettura leggera e molto scorrevole ma che ho trovato carente dal punto di vista emotivo. Adesso non mi resta che sperare che questa parte sia sviluppata meglio nei libri successivi. La serie è ancora lunga e il tempo per far evolvere i protagonisti non manca di certo!

Bene, anche questa recensione è finita e io sono curiosissima di sapere cosa ne pensate voi! Avete letto Harry Potter E La Pietra Filosofale? Lo leggerete? Fatemelo sapere nei commenti! Come sempre vi ringrazio per il tempo che avete dedicato alle mie parole.

Al prossimo post!

Se il post ti è piaciuto non dimenticare di condividerlo! È un piccolo gesto che può aiutarmi molto!

Nessun Commento

Lascia un Commento