Crea sito
0 In Altri Argomenti/ Intelligenza Artificiale/ Social

Gli Algoritmi Hanno Pregiudizi?

Salve a tutti e bentornati in questo mio piccolo angolo di web!

Spesso sento dire che le intelligenze artificiali hanno molti pregiudizi. L’ho sentito dire su quasi tutti gli algoritmi, specialmente riguardo a quelli dei social e di Instagram in particolare. Ho trovato tanti di questi generi di titoloni sul web che penso che sia arrivato il momento di fare un po’ di chiarezza. Quindi oggi, attraverso qualche esempio pratico, cercheremo di capire come mai gli algoritmi si comportano in determinati modi e perché prediligono alcuni post rispetto ad altri.

L’intelligenza Artificiale E La Presunta Misoginia

Qualche tempo fa lessi una polemica legata ad Instagram e al suo algoritmo. In pratica Instagram veniva accusato di far girare maggiormente le immagini che ritraevano donne vestite in modo succinto. Ne saltarono fuori di ogni, ognuno disse la sua su quanto fosse ingiusta una cosa del genere. Tuttavia analizzando bene la situazione si capisce subito quale sia il problema. Gli algoritmi dei social sono stati programmati per capire cosa piace agli utenti e una buona parte degli utenti interagisce molto con questo genere di contenuti. Instagram, quindi, fa girare maggiormente questi post solo perché sa che piacernno a molte persone e quindi che otterranno interazioni. Non è un fatto personale, non è misoginia, è solo statistica! Una statistica creata da noi utenti e che solo noi possiamo cambiare. E anzi, vi assicuro che Instagram e Facebook sono già molto avanti su questo riguardo a questo argomento.

L’Intelligenza Artificiale E Il Presunto Razzismo

Anche qui siamo nella stessa situazione. A quanto pare gli algoritmi tendono a far girare di più i post che ritraggono persone dalla pelle chiara rispetto a quelli che ritraggono persone con la pelle scura. Ebbene la situazione è la stessa del paragrafo precedente. Gli algoritmi dei social sono programmati per far girare i post che hanno maggior possibilità di attirare interazioni e quindi di piacere alle persone. Ebbene, gran parte degli utenti interagisce più facilmente con immagini che ritraggono persone ‘bianche’ e questo è il risultato. Ma anche qui, non è colpa dell’algoritmo ma di una grande fetta di persone che magari neanche lo fanno apposta. Dobbiamo contare sul fatto che l’obiettivo dei social è far interagire le persone e mandare ad ogni utente i contenuti che più possono interessargli.

In Pratica…

… sembra strano da dire ma i responsabili dei comportamenti degli algoritmi siamo noi. Spesso ci dimentichiamo che i social sono aziende e come tutte le aziende devono mantenersi in qualche modo. L’obiettivo principale è quindi far sì che le persone interagiscano, che mettano like e che tengano in considerazione i post. Le interazioni sono l’unica cosa che dà credibilità ad un social quindi alla fine è normale che preferiscano investire su post che ‘rendono’. Il vero cambio di passo quindi è in gran parte nelle nostre mani ma fino a quando ci saranno persone che pensano che per essere donne emancipate sia necessario scoprirsi il più possibile, fino a quando qualcuno penserà che il colore della pelle determina il valore di una persona i social si adegueranno e alcune persone saranno svantaggiate.

Dobbiamo Tenere A Mente Una Cosa…

…gli algoritmi imparano ciò che gli insegniamo noi e non sono ancora in grado di rielaborare tutte le informazioni. Nel momento in cui in IA si dimostra razzista è perché qualcuno gli ha fatto credere, magari anche involontariamente, che quel modo di pensare sia giusto. Non è colpa dell’IA in sé, è colpa di chi l’ha programmata o di chi le ha insegnato quella determinata cosa (che poi neanche tanto, perché è impossibile tenere conto di tutte le variabili e prevedere come e cosa apprenderà un IA).

Il Vero Problema

Quello che nessuno vi dirà mai è che gli algoritmi – più che mai quelli dei social – sono lo specchio della nostra società. Nella vita reale magari possiamo anche fare i buonisti e fingere che questo mondo sia migliore di quel che è ma i comportamenti tenuti online rivelano la verità nella sua interezza. C’è un enorme parte positiva e anche una parte molto negativa, ma sono sempre gli utenti a determinare l’andamento di un social, così come sono sempre le persone a decidere in quale direzione deve andare una società. Il fatto che la parola social e il termine società si somiglino non è un caso.

Quindi Le Intelligenze Artificiali Non Hanno Pregiudizi?

Di per sè, no. Quelli che hanno li apprendono lungo la strada e ci tengo a dire che non sempre è colpa di qualcuno. Che un algoritmo possa travisare qualcosa è ovvio, e nella realtà neanche molto raro. Tuttavia è bene ricordare di non attribuire alle IA responsabilità che non hanno. Scrivere titoli come: ‘L’Intelligenza Artificiale E’ Razzista’ non solo è inganevole ma è anche falso. Se vi capita di trovare cose del genere non fatevi imbrogliare e leggete bene l’articolo e fino in fondo. Nella maggior parte dei casi il titolo doveva essere un altro.

Conclusione

Alla fine gli algoritmi rispecchiano il pensiero della nostra società, nel bene e nel male. Non hanno pregiudizi, né cadono in questioni ideologiche, agiscono semplicemente secondo la loro programmazione (che a volte può anche essere inesatta). Nel caso dei social è il mix di una serie di cose: da un lato gli utenti che scelgono con che contenuti interagire e dall’altro dalle variabili inserite nella programmazione, il che comprende l’obiettivo dell’IA in questione.

In ogni caso qualcosa sta cambiando e anche i social si stanno mettendo all’opera per ridurre al minimo episodi di apparenti pregiudizi da parte degli algoritmi. Un futuro aggiornamento di Instagram si prospetta molto interessante e se applicato bene potrebbe scardinare anche un’altro paio di concetti a cui siamo troppo legati. Tuttavia non si sa ancora molto quindi aspetto di trovare qualche informazione in più prima di parlarvene.

Bene, il post è finito e adesso vorrei sapere cosa ne pensate voi! Cosa ne pensate delle dinamiche degli algoritmi? Secondo voi c’è un modo per limitare questi episodi? Fatemelo sapere nei commenti! Come sempre vi ringrazio per il tempo che avete dedicato alle mie parole.

Al prossimo post!

Se il post ti è piaciuto non dimenticare di condividerlo! È un piccolo gesto che può aiutarmi molto!

Nessun Commento

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© 2020 Da Un Universo All'Altro. Tutti I Diritti Riservati. I contenuti presenti sul blog daununiversoallaltro.it - dei quali è autrice la proprietaria del blog - non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autrice stessa. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autrice.