14 In Diario di viaggio di una blogger sentimentale

Abitudini Di Una Blogger Sentimentale

Salve a tutti e bentornati in questo mio piccolo angolo di web!

Oggi nuovo post per Diario Di Viaggio Di Una Blogger Sentimentale, il lato social di questo blog dove racconto qualcosa della mia vita, scrivo senza freni e scateno il mio lato creativo. Questa volta ho deciso di portare un post che – per motivi di tempo – ho rimandato troppo a lungo. Un lungo e sentimentalissimo testo sulle mie bizzarre abitudini di Blogger nostalgica. Pronti a seguirmi in questo strano mondo di emozioni?

Negli ultimi tempi sono stata colta da una strana nostalgia per il “vecchio internet”. Ne avevo accennato nel primo post di questa sezione e nel corso di questi tempi la questione non è cambiata. In realtà, devo essere onesta, è già da qualche tempo che sto navigando sull’onda della malinconia alla ricerca di ricordi, di sensazioni e dell’internet divertente e autentico che nel corso degli anni mi ha dato veramente ma veramente tanto.

Come alcuni di voi avranno letto, infatti, ho abbandonato i social come content creator e mi sono avvicinata sempre di più al magico mondo dei blog. Digitando parole chiave talvolta insolite, leggendo recensioni di libri e film, navigando come quando ero adolescente per puro divertimento ho scovato tantissimi blog che ho preso a commentare e frequentare assiduamente❤️.

E’ stato un “viaggio” particolare, quasi un ritrono alle origini. Cercavo il motivo per cui tra le tante cose a cui dedicarmi avevo scelto proprio il web e mentre ritrovavo quell’amozione che tra un algoritmo di Instagram e l’altro avevo dimenticato ho fatto una scoperta magnifica quanto banale: i blog sono tutti collegati tra loro. Ognuno di loro, tramite commenti, pagine di blog amici e menzioni rimandano ad altri blog. E’ un mondo interconnesso che mi ha risucchiata. Ok, lo so è la scoperta dell’acqua calda però io ero super entusiasta 😍

Ho cominciato ad aprire blog su blog, uno dietro l’altro e più andavo avanti più mi rendevo conto di quanto avrei potuto non smetter mai. E no, non ho ancora smesso. In quel mio primo viaggio narrato nel primo post della sezione ho cominciato a leggere, leggere e ancora leggere. Ho letto post di presentazioni, post di chiusura del blog, racconti di vita, emozioni. Ho scoperto che c’erano blogger che scrivevano quando io ancora non sapevo neppure usare il computer.

Ed è stato bellissimo!
E’ bellissimo perché si, continuo a cercare nuovi blog,
a leggere recensioni e soprattutto a leggere ciò che
le persone decidono di condividere con “noi”.

E’ stato lì che ho capito cosa stavo cercando. Non erano solo i ricordi, la me stessa ragazzina, il vecchio internet. Era ciò che sui social non ero riuscita a trovare completamente: l’autenticità. Una volta cominciato a leggere le storie autentiche di persone che con semplicità avevano scelto di raccontarsi non sono più riuscita a smettere e più leggevo e più mi dicevo che non abbiamo la minima idea di quante vite non conosciamo. Come dicevo alcuni di questi blog sono stati aperti tantissimi anni fa e molti di loro ormai sono abbandonati o ufficialmente chiusi con un post di saluto ma questo non cambia l’essenza della cosa: è sempre emozionante leggerli, leggere i commenti, le conversazioni, notare come alcuni legami siano nati su Internet e poi siano resistiti nel corso del tempo. E quando scopro che invece sono ancora aperti e aggiornati… beh, è sempre un emozione.

Ed è stato in questo vagabondaggio fatto nei ritagli di tempo che ho iniziato a sviluppare delle piccole “abitudini”, piccole cose che mi piace fare quando per la prima volta scopro un nuovo blog❤️.

Abitudini Di Una Blogger Sentimentale: Controllare Se Il Blog E’ Ancora Aggiornato

Molti dei blog che ho scoperto li ho scovati grazie a post trovati sui motori di ricerca, alcuni dei quali, anche molto datati. Così una delle prime cose che faccio è andare a vedere la home per scoprire se quel blog è ancora aggiornato, se nel corso degli anni è stato abbandonato oppure se si è traferito ad un altro indirizzo.

Leggere Il Primo Post

Un’altra cosa che faccio sempre – quando mi è possibile perché in alcuni blog non c’è l’archivio ed è veramente difficile risalire ai primi post – è leggere il primo post. Non importa se il blog non è più aggiornato o se lo è ancora, il primo post è un piccolo momento di dolce nostalgia che mi piace sempre concedermi. E’ bello leggere le prima parole pubblicate, spesso tanti anni fa, e scoprire cosa ha spinto quella persona ad aprire il suo piccolo spazio sul web. Molto spesso, in realtà mi piacerebbe lasciare un piccolo commento, far sapere quella persona che ho letto il suo primo post ma a volte temo che risulterebbe davvero troppo sentimentale. Una blogger che cerca il primo post di un blog e commenta magari dopo dieci anni. Non lo so, ditemi voi se potrebbe sembrare un po’ patetico.

Leggere L’Ultimo Post

Abitudini di una blogger sentimentale. Che vogliamo farci? Una cosa che faccio sempre è leggere l’ultimo post. Talvolta mi capita di imbattermi in ultimi post che in realtà sono lettere di saluto. Messaggi di persone che hanno deciso di chiudere il proprio blog. Solitamente per me è un po’ triste leggerli e la cosa peggiora quando passo ai commenti. Ci sono saluti, ringraziamenti, lettere vere e proprie e non potrebbe essere altrimenti dopo che magari quella persona magari gli ha tenuto compagnia per anni con i suoi post. La parte bella in questi casi, però, è vedere come quella persona, tramite le sue parole, sia riuscita a lasciare il segno in tante altre anche se da lontano, anche se solo da dietro uno schermo. Mi ricorda quanto internet sia potente e quale sia, effettivamente, uno dei motivi per cui per tutti questi anni non ho mai smesso di considerarlo un grandissimo strumento. Ci dà la possibilità di raccontarci e di conoscere persone autentiche, che parlano di vita vera e con le quali – anche se a distanza – ci si sente subito in sintonia.

Sentimentale? Sicuramente! Ma in fondo il titolo di questo post parlava da sé. Eravate avvertiti!

Leggere I Commenti E Andare A Vedere Nuovi Blog!

Ebbene si, leggere i commenti è una delle mie abitudini più radicate così come quella di andare a vedere se chi ha commentato ha un blog o un sito web! La maggior parte dei blog che seguo ora li ho trovati proprio leggendo i commenti. Che volete farci? Il commento era bello, ben strutturato e subito partiva la curiosità sul suo autore. Ho scovato così tantissimi nuovi blog che ho cominciato a leggere e commentare. Se continuo così quel povero RSS Rider che ho scaricato nel telefono esploderà (ebbene si, ho recuperato l’utilizzo dei feed RSS per non perdermi i nuovi post. Ve ne parlerò prima o poi).

Abitudini Di Una Blogger Sentimentale: Cercare Una Pagina “Blog Amici” O I Blog Seguiti Nella Barra Laterale

Non avete idea di quanti blog abbia trovato andando a vedere i blog seguiti delle altre persone. Sul serio, tra blog c’è molto sostegno. E’ una cosa che amo molto di questo mondo e lo rende più aperto di quanto siano molti social. Oggi, infatti, si tende a pensare che i blog siano qualcosa di un po’ desolato ma nella realtà non è affatto così. E’ stata una grande scoperta (e si, nel caso ve lo steste chiedendo tra qualche tempo arriverà anche la mia lista di blog seguiti. Devo solo decidere come impostarla e dove metterla).

Leggere La Pagina Chi Sono/Chi Siamo

Altra piccola abitudine che mi accompagna è quella di andare a cercare la pagina chi siamo e leggere i profili, le storie e le vite che si celano dietro quel blog. Ok, questa è davvero banale ma trovo che gran parte della bellezza di un blog sia data proprio dal fatto di conoscere qualcosa della persone o delle persone che lo hanno creato e scrivono o hanno scritto!

Abitudini Di Una Blogger Sentimentale: Salvare Il Blog

Ho salvato quasi tutti i blog che ho incontrato nel corso di questi miei brevi viaggi (solitamente si tratta di qualche minuto), anche se erano chiusi o abbandonati. A parte qualche rara eccezione li ho tutti nell’RSS Rider perché se sono attivi sono felicissima di seguirli, se non lo sono più ci sono comunque tantissimi post che posso leggere e nei quali, magari scovare frammenti di vita, di quel passato internettoso che ogni tanto mi piace ritrovare, di qualche parola che mi entrerà nell’anima. Non lo nego, questa è un’altra cosa per cui amo il web. Niente va veramente perduto. E’ un’arma a doppio taglio? Sicuramente, ma io preferisco vederla come un’immensa possibilità di viaggiare nel “tempo delle persone”, nei racconti di vita che nel corso degli anni hanno lasciato la loro traccia.

Non lo nego, credo di aver messo insieme
un piccolo tesoro di storie nel mio RSS Rider.
Ne vado molto fiera.
E’ il mio portale personale dove ogni giorno trovo contenuti
meravigliosi scritti da persone meravigliose.

Ok, ora sono veramente stanchissima. Questo post e decisamente più lungo di quanto avessi immaginato ma va bene così. Lo so, non ne potete più dei miei eccessi di sdolcinatezza ma che volete farci? Sono cosi per natura e poi mi andava di condividere con voi la storia di questi piccoli “viaggi” alla ricerca di blog. Durano solo qualche minuto ma mi regalano sempre tante emozioni. E poi se questa categoria si chiama Diario Di Viaggio Di Una Blogger Sentimentale un motivo c’è.

Però sul serio, spero di non avervi tediato! Adesso sono curiosa di sapere cosa ne pensate voi su queste abitudini di una blogger sentimentale. Avete delle abitudini da blogger? Cosa ne pensate delle mie? Ditemi che non sono la sola a gironzolare per internet! Come sempre vi ringrazio per il tempo che avete dedicato alle mie parole.

Al prossimo post!

Se il post ti è piaciuto lascia un commento (ci tengo, lo ammetto) e condividilo! Sono piccoli gesti che possono può aiutarmi molto!

14 Commenti

  • Rispondi
    Claudia
    8 Luglio 2022 at 09:42

    Sono felice che nei tuoi viaggi tu sia incappata nel mio blog.
    I collegamenti tra blogger che descrivi sono gli stessi che mi hanno affascinata quando ho aperto il blog, quattro anni fa.
    Va detto, però, che presto ho scoperto anche l’esistenza di inutili invidie e rivalità, e sono stata persino vittima di attacchi hater illogici e disumani.
    Spero che tutto questo non ti riguardi mai, e che tu possa continuare a “viaggiare” a cuor leggero e con tutto il sentimentalismo che ci accomuna. 😉

    • Rispondi
      Enrica Masino
      8 Luglio 2022 at 15:24

      Anche io sono felicissima di aver scoperto il tuo blog (anche se nella realtà ti seguivo già da qualche tempo, solo non avevo mai commentato per timidezza) e ti ringrazio di essere passata a leggere il mio. Sono anche felicissima di sapere che non sono l’unica sentimentale! Che sia per questa sensibilità che mi sono sentita subito in sintonia con i tuoi scritti? Credo proprio di sì! Per quanto riguarda gli hater mi dispiace davvero tantissimo, sei una persona molto dolce ed è veramente assurdo che qualcuno ti abbia dato contro. Spero davvero di non incontrarli mai (anche se ho messo in conto il fatto che stando su internet potrebbe accadere) e che il web resterà per me quel luogo magico e divertente che è sempre stato. Spero anche che tu non debba più incappare in gente disumana e che, al contrario, il tuo blog possa essere sempre più seguito da belle persone come te.❤️

  • Rispondi
    Lyra
    9 Luglio 2022 at 09:46

    Che post dolcissimo. Avrei voluto entrare nel computer e raggiungerti per abbracciarti! Adoro tutto quello che hai scritto e sono con te in questa riscoperta dei blog! Mi sono avvicinata a Instagram dopo tanti anni di Blogger sperando di ritrovare quel calore e quella relazione che amavo dei blog, la condivisione di letture e iniziative.. trovando invece una certa freddezza e disinteresse, poca voglia di fare rete! Mi commuove che affondando di più nel mondo dei blog ci possa essere di nuovo calore umano! Lo farò sicuramente anche io di più, mi piacerebbe scoprire meglio come fare! Grazie di essere passata dal mio blog, sono felice di aver scoperto il tuo, lo seguirò sicuramente! <3

    • Rispondi
      Enrica Masino
      10 Luglio 2022 at 23:57

      Aww, ma grazie! ❤ Ti abbraccio virtualmente! Io ero arrivata su Instagram per cercare di pubblicizzare il blog, conoscere e farmi conoscere. E’ un luogo dove ho conosciuto tante persone meravigliose, ma è anche un mondo pieno di polemiche che ad un certo punto ha cominciato a starmi stretto. Inoltre, Instagram è un social estremamente esigente: devi pubblicare storie in continuazione, almeno tre post a settimana, beccare gli orari… e non è comunque detto che le persone vedano il tuo post. Molto spesso i contenuti non arrivano quasi a nessuno. Lo terrò come semplice utente per seguire le persone che ho conosciuto e per trovare ispirazione, ma c’è tanta competitività e io sinceramente non me la sento. Mi è dispiaciuto perché a livello di format era un social che mi piaceva ma mi sono resa conto che stavo molto meglio qui. La riscoperta dei blog è stata la svolta che mi serviva per ritrovare quello spirito che mi ha fatto scegliere di fare parte del mondo del web. La cosa migliore è che quasi tutti i blog hanno anche una pagina chiamata “blog amici” oppure una barra laterale con uno spazio dedicato ai blog seguiti e così passando da un blog all’altro ne ho scoperti davvero tanti. Se vuoi scoprire nuovi blog ti consiglio di fare così: aprine uno che già ti piace e vai a vedere i blog di chi ha commentato oppure vedi se da qualche parte ha inserito i blog che segue. Si scoprono delle perle, ho scovato molti blog davvero belli che altrimenti non avrei trovato e che seguo assiduamente e con piacere. Mi dispiace perché per ora non ho una pagina di blog seguiti, ma presto arriverà anche la mia. Naturalmente ci sarà il tuo, sei stata una bellissima scoperta! ❤

  • Rispondi
    Valeria
    10 Luglio 2022 at 07:05

    Post molto carino e che rispecchia la bella persona che sei. Condivido tutto quanto scritto, sto iniziando ora a muovere i primi passi nell’universo blog e spero di conoscere tante persone come è accaduto su IG che in questo senso mi ha permesso di fare delle ottime conoscenze come nel caso tuo. Certe volte Emrica, come nella vita, non con tutti si creano i presupposti per la nascita di amicizie. Frequento un forum da quando fu creato 15 anni fa, ho partecipato ai raduni eppure non è nata nessuna amicizia, anzi ti dirò di più, all’inizio di quest’anno in previsione dell’imminente apertura del blog ho chiesto a una ragazza se voleva far parte del blog come collaboratrice. Al telefono si è mostrata molto cordiale, simpatica, disponibile. Tempo 20-30 giorni dalla telefonata al mio messaggio di richiesta di una presentazione per il blog non ho ricevuto nessuna risposta pur avendo letto il messaggio. Non ho insistito mandandone un altro perché ho compreso che non avrei avuto altre risposte. Io so di non aver fatto nulla che pregiudicasse la collaborazione, di conseguenza qualcuno ha parlato male di me. Non ci sono altre spiegazioni. Ovviamente si tratta di qualcuno del forum, di lingue lunghe li ce ne sono tante, inoltre non ho mai riscosso grandi consensi. Quando iniziai la mia avventura lì era il 2007 e ancora Fb non era ciò che è oggi e IG o non c’era ancora o stava muovendo i primi passi. Il forum era un posto piccolo, eravamo 4 gatti e si stava divinamente. Ora invece ci sono molti utenti, ma quell’aria di casa, quel senso di familiarità e di accoglienza non c’è più nonostante tutti i benvenuto esaltanti dei primi giorni. Infatti dopo ti dovrai muovere con le tue gambe e queste grandi amicizie non si creano, salvo casi sporadici. Io lo frequento ma con meno assiduità e solo perché sono affezionata al forum non alle persone che, in termini umani, non mi hanno dato nulla. Conclusioni?
    Sicuramente Internet era meglio agli inizi rispetto ad ora, ma qualcosa di buono può accadere anche ora e tramite social come nel nostro caso. È sempre vero il detto che quando meno te l’aspetti e soprattutto da dove, accade qualcosa di positivo. Molte volte si è realizzato quanto ti ho appena scritto. Abbi pazienza, sii aperta alla conoscenza e sono certa che qualcosa di positivo avverrà. Rimani sempre così, con il candore che ti contraddistingue e come scrisse Edgar Allan Poe “…e tu fa che il tuo cuor dal di’ presente non si parta, essendo tutto ciò che ora sei, non esser mai niente di ciò che non sei.” Un abbraccio ❤❤

    • Rispondi
      Enrica Masino
      11 Luglio 2022 at 00:22

      Ma grazie davvero per le tue bellissime parole! E’ vero, su internet accadono anche cose bellissime come il nostro incontro e questo è il motivo per cui nonostante tutto non mollo. Il problema, come hai detto tu, è che a volte si creano delle situazioni davvero molto spiacevoli. Io non scrivevo sui forum ma li leggevo spesso nel 2011 e ricordo che c’era sempre un’atmosfera molto bella. Poche persone ma buone e appassionate. Con il tempo internet si è evoluto, sempre più persone hanno iniziato ad utilizzarlo e sicuramente a livello tecnico abbiamo raggiunto risultati senza precedenti ma a volte penso che soprattutto sui social si sia perso lo spirito iniziale, quello del divertimento e dell’autenticità. Quando io mi sono iscritta su FB nel 2014 era tutto molto divertente, le persone condividevano le loro giornate con piacere come sui blog: era per condividere e ricordare, non per farsi vedere. Con il tempo è cambiato tutto e purtroppo l’autenticità si è un po’ persa. Ora in molti pensano più che altro ad ostentare. Il mio problema è che una parte di internet è cambiata molto nel corso degli ultimi dieci anni ma io sono rimasta sempre la stessa. Quando scrivo di fronte a questo vecchio computer (mio fedele portale di avventure) mi rendo conto che sono ancora la stessa ragazza di undici anni fa, quella che girava su blog con sfondi glitterati e che voleva far parte di internet raccontando ciò che amava e provava per chiacchierare con persone nuove. Internet è sempre stato sempre la mia porta incantata popolato da persone magiche e meravigliose (davvero, che miracoli facevano alcuni con i loro blog nonostante i pochi strumenti dell’epoca). Ad un certo punto, quando ho visto che cominciavo a viverlo male, mi sono resa conto che qualcosa non andava e che volevo che Internet restasse per me quel bel posto magico (di cui ora però conosco i pericoli) che fin da piccolissima mi aveva tanto colpita. E così ho iniziato questo viaggio nella blogosfera e non hai idea di quanto sia felice di sapere che ci sei anche tu. Penso finalmente di aver trovato il mio posto nella rete, il mio piccolo angolino, e da quando ho cominciato a commentare su altri blog e leggere i bellissimi commenti che sono arrivati sul mio sento finalmente di avere trovato dei meravigliosi compagni di viaggio e auguro anche te di trovarne tanti perché è davvero meraviglioso e te li meriti. Conclusioni? Il mondo del web è cambiato nel corso degli anni ma, come dici tu, può essere ancora un posto bellissimo! ❤ ❤ Un’abbraccio anche a te e per quanto riguarda la collaborazione… secondo me ci ha perso lei. Il tuo è un blog ricco di bei contenuti e si sarebbe divertita molto! Sono sicurissima, però, che troverai altre persone che vorranno collaborare con te! ❤ ❤

  • Rispondi
    Marco Lazzara
    10 Luglio 2022 at 22:38

    Ah sì, la vecchia rete di una volta… Mi ricordo di quando ho iniziato il viaggio nella blogosfera, che c’era tutt’altro spirito, si creavano dei gruppi accomunati da interessi comuni, e non delle stable, e poi ci si incrociava mediante blogger trasversali con interessi più orizzontali, c’era desiderio di condividere e conoscere gli altri, si voleva farsi conoscere per entrare a far parte di qualcosa, non per individualismo maniacale.
    La crisi è arrivata con tutti quegli stupidissimi “meme award” che non facevano che esaltare l’ego personale e a creare divisioni. E poi ovviamente i social.

    • Rispondi
      Enrica Masino
      11 Luglio 2022 at 00:38

      Sono felice di non essere l’unica nostalgica della vecchia rete! “Si voleva farsi conoscere per entrare a far parte di qualcosa, non per individualismo maniacale.” Hai dato voce ai miei pensieri, non avrei saputo dirlo meglio di così. E’ proprio questo che sto cercando e che, andando in giro per la rete, sto cercando da tanto tempo e che su molti blog sto finalmente ritrovando. E insieme a questo sto trovando anche tante persone fantastiche! Lasciare i social è stato un toccasana per me, me ne sto rendendo conto in queste settimane. Io sono una di quelle che navigava su Internet da ragazzina, l’ho conosciuto in modo diverso e non riesco ad adattarmi alla logica dell’egocentrismo. Molti blog, sto notando, sono rimasti autentici e il desiderio di condividere è ancora molto forte. Non dico che sia tutto perfetto, ma la blogosfera è un mondo che negli anni ha saputo rimanere fedele a sé stesso salvo qualche eccezione. Per quanto riguarda i “Meme Award” non so cosa siano e già dal nome non sono sicura di volerlo sapere😂. Apprezzo i meme quando sono fatti bene, moltissimi mi fanno davvero ridere ma riconosco che a volte ne becco alcuni usciti veramente male😂😂

  • Rispondi
    Silvia
    13 Luglio 2022 at 11:50

    Ciao, assolutamente non sei sola. Io ho iniziato a creare il primissimo blog ai tempi di splinder (preistoria pura) in cui seguivo ragazze che raccontavano della loro vita, le loro passioni ecc… poi col tempo e soprattutto i social ho smesso però ho voluto ugualmente crearmi il mio blog sui libri. nell’ultimo tempo sentivo la mancanza di quei blog e mi sono messa nuovamente alla ricerca (e sei apparsa te :-).
    Come te, anche io, la prima cosa che faccio una volta visto il blog è capire se è ancora attivo così che posso continuare a leggerlo.
    Sui social manca la spontaneità e la veridicità ma soprattuto le parole di un bel testo in cui si pò anche un pochino comprendere le sensazioni e chi sta scrivendo. Ovviamente ora andrò a leggere i commenti che ti hanno lasciato.
    Un caro saluto

    • Rispondi
      Enrica Masino
      14 Luglio 2022 at 13:56

      Ciao, scusa il ritardo! Ma sai che non conoscevo Splinder? Ho dovuto cercarlo perché io ho cominciato a utilizzare veramente internet solo nel 2011 e già si parlava di altre piattaforme. Sono molto curiosa di sapere che cosa scrivevi sul tuo primo blog (anche se sono già sicura che erano post bellissimi come quelli che scrivi sul tuo blog e libri). È vero, all’inizio i blog erano più “diari online” poi con l’avvento dei social sono stati utilizzati sempre meno come luoghi dove raccontarsi. C’è da dire però che all’inizio i social erano diversi anche loro, io li ho usati per anni e avrei continuato se non fossero diventati così privi di spontaneità. Tra l’altro capisco la tua nostalgia perché anche io mi sono messa alla ricerca di blog personali dove poter leggere un testo completo che ti fa comprendere un pochino la persona che scrive. Sono felicissima che il mio blog ti sia piaciuto, a me è piaciuto subito il tuo e appena posso vado a vedere se ci sono novità ❤️. Grazie per le tue bellissime parole ❤️

      • Rispondi
        Silvia
        16 Luglio 2022 at 23:26

        Sono dell’era di splinder in quanto sono abbastanza adulta (diciamo così 😅) e ci scrivevo di libri, di film, dei lavoretti punto croce,.di tutte le passioni che avevo e di conseguenza avevo stretto amicizia con mie coetanee che avevano blog simili ai miei. L’ho fatto sempre per me stessa, e non per la popolarità che pian piano cresceva sempre di più. Infatti c’è stato un periodo in cui ho avuto una repulsione per i blog 😅😅

        • Rispondi
          Enrica Masino
          18 Luglio 2022 at 17:29

          Mi sono documentata sulla piattaforma Splinder e mi dispiace tantissimo che sia stata chiusa perché era veramente innovativa. credo che il motivo della tua popolarità fosse proprio questo, sai? Il fatto che scrivevi per te stessa e quindi eri autentica, non cercavi la crescita a tutti i costi. Tra l’altro grazie a te ho scoperto un modo per rivedere blog e siti chiusi, ne parlerò venerdì. Ovviamente si tratta di una visione e basta però mi sembra davvero una cosa carina! Come mai avevi repulsione per i blog? ❤ ❤

  • Rispondi
    Bertow
    19 Luglio 2022 at 22:25

    Leggere l’ultimo post e il primo, mi pare proprio una bella idea.
    Che il brutto dei blog è cge sembra che molti sembrano pendare che i post passati non sono più validi.
    Come se tuttoinvecchiasse velocissimamrnte

    • Rispondi
      Enrica Masino
      19 Luglio 2022 at 23:45

      Credo che questa nasca proprio dai social. Lì i post hanno una vita brevissima, invece sui blog in realtà i post non invecchiano mai. E’ una delle cose belle dei blog, il fatto che i contenuti non siano qualcosa che dura trenta minuti e poi si dissolve nei meandri della rete. Purtroppo però non tutti la pensano così! Per me i post sono comunque sempre validi, a volte leggo la data e mi stupisco perché scopro che sono stati scritti sei o sette anni fa!

    Lascia un Commento

    Hai bisogno di un sito web per te o per la tua attività? Scopri cosa posso fare per te!
    This is default text for notification bar